Perché sposarsi in autunno?? Vi è mai capitato di prendere in considerazione questa possibilità?

Effettivamente non è una scelta da tutti, né tanto meno una scelta semplice. A prescindere dalle vostre preferenze personali comunque, gli aspetti positivi di questa stagione, relativamente ad un matrimonio, non sono pochi, e neanche così scontati, a prescindere dal fatto come dicevo, che molti sposi decidono la data del loro matrimonio in funzione di un particolare giorno a loro caro e non prettamente dalla convenienza o comodità che questo possa avere. Tra i vari aspetti, ne ho selezionati cinque, che trovo fondamentali. A voi le considerazioni. Buona lettura.

 In primo luogo, il matrimonio autunnale ha un fascino legato al mutare del mondo circostante. In autunno si tende sempre a stare più vicini, più raccolti, ecco perché spesso capita di vedere matrimoni più intimi, con atmosfere più intense ed emozionanti.

Passiamo all’aspetto economico, da non sottovalutare mai, dati i grandi costi complessivi che gli sposi devono sostenere. In autunno, non c’è dubbio, che essendo ormai fuori dalla “stagione” i costi per sale, location, ristoranti e catering sono certamente più bassi e competitivi; rispetto alla primavera si possono avere delle variazioni importanti anche per quel che riguarda l’intrattenimento, gli allestimenti e, nel caso in cui il vostro viaggio di nozze fosse concomitante al termine dei festeggiamenti, molte destinazioni interessanti sono offerte a prezzi decisamente più abbordabili. I vostri ospiti inoltre potranno approfittare di offerte e saldi per quel che riguarda il loro outfit, magari concedendosi per l’occasione per  un capo o un accessorio che desideravano da tempo.

Un altro aspetto interessante, non per tutti, è relativo al dinamismo cromatico che l’autunno può offrire. I colori dell’autunno sono caldi e soffici, quasi magici. La natura si prepara all’inverno offrendo scorci incredibili. Gli allestimenti tendono a diventare più fiabeschi e unici che in ogni altra stagione dell’anno e se il tutto fosse abbinato alla scelta di un bravo fotografo ecco che potrete anche godere di ricordi indelebili e unici. Provate ad immaginare, le nuvole che si rincorrono, il vento, le schiarite improvvise, il cadere delle foglie, giochi di luci e ombre…

Se cercate qualcosa di originale ed esclusivo questo è certamente il periodo migliore.

 In autunno le giornate sono anche più stabili, certo è giusto prendere sempre in considerazione un ottimo piano b, ma non lo prendereste in considerazione comunque anche d’estate? Non è presente quel caldo torrido che soffoca i vostri ospiti e riduce al minimo le proposte gastronomiche, né fa tanto freddo da dovervi precludere un aperitivo o un taglio torta, e perché no, anche l’intero ricevimento all’aperto. Ogni location offre sempre diverse possibilità di gestione dell’evento, ed in autunno le potrete prendere in considerazione tutte, senza limitazioni,  e personalizzare così il vostro rinfresco magari organizzando dei percorsi degustativi tra le sale di una villa d’epoca, prima di accomodarvi in giardino per il pasto, salvo poi preparare un sontuoso buffet di dolci nuovamente all’interno e organizzare un piccolo angolo con distillati e selezione di cioccolato per il dopo cena, magari in una saletta col  camino. Per le spose poi, il fatto di non dover ricorrere a continui aggiustamenti di trucco e poter optare su abiti impreziositi da stole di lana, guanti, velette rende il tutto estremamente più elegante e nobile. Stesso discorso può valere anche per le testimoni e le paggette che avranno certamente una scelta più ampia e personalizzabile per il loro abbigliamento e per i loro accessori.

Passando alle proposte gastronomiche che possono offrirvi il vostro ristorante o il vostro catering di fiducia, non vi è dubbio che i menù in autunno si arricchiscano di forme, gusti e colori che non si trovano durante il resto dell’anno. Partendo da quello che di più tipico offre la stagione come funghi, tartufi, olio, passando per i frutti tipici della terra, come zucca, melograno, uva, nocciole, fichi e castagne, uniti a foglie, cortecce, legni che possano rendere unica anche la mise en place, addirittura il vostro bouquet, o il vostro allestimento, a partire dalla chiesa fino alla sala scelta per il ricevimento.

 

Insomma, se ci stavate pensando, e non avevate valutato questi aspetti, un pensiero fatecelo e fatemi sapere.

Potreste rendere il vostro giorno speciale, ancor più incredibile di quello che immaginavate…